Agriturismo Spello
 
Agriturismo Spello: il Bastione
Il Bastione è a Spello a 479 ml s.l.m.
In questo luogo il clima è particolarmente mite, anche nel periodo invernale. La felice posizione che lo pone al riparo dai venti freddi del nord è stato probabilmente uno dei motivi che ne hanno determinato la scelta per l’edificazione del complesso medievale. Non è raro infatti, anche in pieno inverno, nelle giornate dal cielo blu intenso che si possa godere di intraprendenti raggi di sole. Una corona di ulivi secolari cinge l’edificio e si estendono fino al fondo della valle. Un prato verde smeraldo a sud e una scalata di muretti a pietra nella parte a nord si distendono ai piedi degli ulivi ben impiantati in filari regolari che collegano la macchia mediterranea all’estremo lembo del Parco del Subasio. Da qui si distende fino alla strada sottostante che la delimita una fitta vegetazione verde scuro intenso che si staglia su quello grigio argenteo degli ulivi e contrasta con il blu intenso del cielo. Mentre si sale per la stradina che porta al bastione una cornice di ulivi secolari che trabordando con le loro fronde sulla via avvivano le passeggiate dei passanti. La, nel bel mezzo, come su due palmi di mani congiunti, aperti a conchiglia, con da un lato gli ulivi secolari e dall’altro il Parco del Subasio si erge da quasi un millennio una perla medievale che oggi noi conosciamo con il nome di bastione. Un gioiello unico che fino a pochi anni fa veniva utilizzato come ricovero per gli agnelli che scendevano dal monte per ripararsi nella stagione invernale. Una struttura che nonostante gli usi impropri evidenzia nei caratteri un origine nobile.
 
Agriturismo Spello
 
Agriturismo Spello
 

Agriturismo Spello: il Bastione

Per arrivare al Bastione, lasciata la S.S. E 45 si percorre la strada comunale che costeggia le mura della cittadina di Spello fino a via Fontemonte. Si sale da una stradina ornata da ricchi oliveti con un panorama stupendo sulla valle fino percorrere il fianco di una collina che porta all'Agriturismo.
 

Agriturismo Spello: il clima

I mesi più caldi dell’anno sono quelli di luglio e agosto con temperature medie da 19 a 23 gradi circa, mentre i più freddi sono quelli di dicembre e gennaio con temperature medie che vanno da 2,5 a 5,5 gradi circa. Le parti olivate indicano le zone più miti e non soggete forti sbalzi di temperature.
 
Flora e Fauna del Subasio
FLORA


Nel parco si evidenziano coltivazioni di olivi, fino a quota 600-700 m, boschi di roverella, boschi di latifoglie, lecci, carpini neri (fino a 800-900 m di quota), ornielli, cerri, roverelle (fino 700-800 m di quota), aceri, faggete, pini, abeti e cedri, pascoli montani con ginepri rossi. Il Parco del Subasio è comunque caratterizzato dalla prevalenza di boschi e di pascoli rispetto ai coltivi.

I fiori del Subasio colorano, in primavera e in estate, i prati con stupende macchie di colore. Molte sono le specie e tra queste primeggia il narciso che rappresenta il simbolo del Monte Subasio. E' il fiore che per tradizione viene raccolto nel giorno dell’Ascensione per la famosa Infiorata di Spello del Corpus Domini. Abbiamo ancora orchidee fiordalisi, viole, stelline purpuree, ranuncoli, crochi, pratoline ecc...
Sul Monte crescono spontanee molte altre piante le cui radici, fiori, frutti e foglie sono utilizzati a scopo alimentare. e aromatizzante tra cui il ginepro, l’asparago, la rosa canina, il tarassaco, la malva, il prugnolo, l’ortica, il nespolo comune, la cicoria, il perastro, il luppolo, la vitalba ecc..



FAUNA


UCCELLI

L’aquila reale e la coturnice nidificavano sul Subasio fino alla metà dell’800.
Sono presenti la starna, l’astore, uccello piuttosto raro che predilige boschi ad alto fusto. Sono presenti inoltre fringuelli, cardellini, poiane, sparvieri, assioli, falchi, il picchio verde, usignoli, ghiandaie, il picchio rosso maggiore, il picchio muratore, i pettirossi, upupe, gazze, taccole, cuculi, cinciallegre.


FAUNA ITTICA E ANFIBI

Le acque del Tescio e dei corsi d’acqua minori sono popolate soprattutto da trote fario. E' presente anche il granchio di fiume che predilige acque pulite e fresche. Limitata è la presenza del gambero di fiume. Ricca è la popolazione di anfibi con il tritone crestato, la lucertola muraiola, la rana verde, il rospo smeraldino e il rospo comune.


ANIMALI A TERRA

A terra abbiamo numerosi animali che nei boschi del Parco trovano il loro habitat ideale come caprioli, daini, cervi, donnole, cinghiali, lepri, tassi, istrici e faine.
 
Agriturismo Spello
 

Agriturismo Spello: il Bastione

Parco Naturale del Subasio:
Istituito nel 1995 è gestito dal Consorzio obbligatorio del Parco del Monte Subasio Ha un'estensione di area protetta pari a 7.177 ha circa e comprende il territorio di Assisi - Nocera Umbra - Spello – Valtopina. È il parco che è stato definito il “Parco mistico”dalle memorie francescane.
 

Sito Online di Euweb